Noventa di Piave (VE), area archeologica di S. Mauro

 c)Noventa di Piave (VE), Area archeologica di S. Mauro. Resti di pavimentazione musiva

Stato: Italia

Regione: Veneto
 

Provincia: Venezia
 

Comune: Noventa di Piave
 

Localizzazione specifica: via Lampoll
 

Coordinate geografiche: Gauss-Boaga 1774801,99 E - 5062485,01 N
 

Istituto-ufficio competente:  Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto
 

Tipologia bene scavato: Insediamento pluri-stratificato
 

Tipologia scavo: Conduzione diretta
 

Sponsor: McArthurGlen - B.M.G. Noventa s.r.l. - Veneto Designer Outlet
 

Tipologia finanziamento: annuale
 

Anni campagne di scavo: 2010-2011
 

Direttore scavo: Vincenzo Gobbo (Diego Malvestio & C. s.n.c.)
 

Responsabile scientifico: Francesco Cozza; Alessandro Asta
 

Datazione bene scavato: I sec. a.C. - XVI sec. d.C.
 

Descrizione campagne:
2010: Il complesso archeologico di San Mauro a Noventa di Piave (VE), messo in luce tra gli anni 1979 e 1981 dal dott. Michele Tombolani (Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto), è stato riscavato nel corso del secondo semestre del 2010. Le moderne metodologie stratigrafiche utilizzate hanno prodotto una serie di nuovi dati scientifici che risultano significativi per una critica rilettura delle diverse fasi d'uso dell'area la cui antropizzazione inizia in età romana tardo-repubblicana con una villa della quale si conservano strutture murarie e lacerti pavimentali. La seconda fase, di età tardo-romana (IV sec. d.C.), mostra un impianto abitativo modificato rispetto al precedente e caratterizzato da vani con pavimenti musivi la cui tipologia costruttiva e ornamentale trova stretti riferimenti tipologici con i coevi mosaici che pavimentano la Basilica Apostolorum di Concordia Sagittaria. Alle evidenze d'età antica si sovrappongono diverse fasi relative all'occupazione dell'area da parte di edifici ecclesiastici succedutisi tra VII e XVI secolo d.C.
2011: Le indagini archeologiche condotte nel 2011 hanno permesso di comprendere in maniera più esaustiva l'estensione delle evidenze precedentemente emerse e lo sviluppo planimetrico degli edifici ecclesiastici riconosciuti nell'area, il cui sviluppo storico-cronologico è stato individuato in modo più puntuale. Inoltre, attraverso l'indagine in trincea di strutture di fondazione d'età romana, è ora possibile ipotizzare che l'unica fase di età repubblicana riconosciuta tra il 1979 e il 1981 sia in realtà l'esito di sovrapposizione di più fasi. Dopo l'ultimo edificio, di età tardo-imperiale, sono stati documentati una serie di impianti a carattere religioso, alternatisi in più fasi costruttive, tra VII-VIII secolo e XVI secolo. Le indagini hanno consentito, inoltre, l'approfondimento della conoscenza delle aree cimiteriali, con particolare riferimento al periodo compreso tra XII e XV secolo, dalle quali sono stati prelevati e studiati (anche se parzialmente) i resti di più di un centinaio di individui. Lo scavo esaustivo di una serie di sepolture pre-rinascimentali ha restituito interessanti oggetti di corredo individuale, tra i quali vaghi di corona da rosario, che ne richiamano il culto.
 

Bibliografia:
-Tombolani M. (1980): Gli scavi archeologici nell'area della distrutta chiesa di San Mauro, in Noventa di Piave. Una terra ricca di memoria: pp. 369-374.
-Tombolani M.: Il complesso archeologico di San Mauro a Noventa di Piave.

Link: alessandro.asta@beniculturali.it

a)	Noventa di Piave (VE), Area archeologica di S. Mauro. L’abside meridionale WMb)	Noventa di Piave (VE), Area archeologica di S. Mauro. L’area cimiteriale WMc)	Noventa di Piave (VE), Area archeologica di S. Mauro. Resti di pavimentazione musiva WM